Smettere di fumare con l’ipnosi

Hypnose pour arrêter de fumer

Si tratta di un approccio sempre più diffuso, ma la cui efficacia deve ancora essere dimostrata. L’ipnosi è un modo di agire sulle pulsioni, così da ridurre il desiderio di fumare o di consolidare la volontà di smettere. Ti aiuterà a concentrarti sul processo di disintossicazione dalla nicotina che hai deciso di avviare.

Vi sarebbero 5 modi di praticare l’ipnosi nel quadro di una cura dal tabagismo:

1.- Suggerire direttamente alla persona sotto ipnosi di cambiare comportamento.
2.- Modificare la sua percezione di fronte al suo comportamento di dipendenza.
3.- Indurre in lei un’avversione, spingendola a trovare la sigaretta ripugnante.
4.- Favorire un’autoipnosi, come supporto al trattamento ipnotico.
5.- Utilizzare l’ipnosi come supporto alla psicoterapia verbale.

L’ipnosi è spesso combinata con metodi comportamentali: immagini, suggestioni, desensibilizzazione sistematica, auto-rilassamento, stimoli avversivi, rafforzamenti positivi o negativi, comportamenti sostitutivi e così via.

Può essere praticata in gruppo.

L’ipnosi secondo Herbert Spiegel

Questo metodo, che include anche l’autoipnosi, comporta tre suggestioni essenziali:

L’ipnosi secondo Milton Erickson

Questo approccio mira a ritrovare il piacere di sentirsi libera/o. Il fumo non viene discusso durante le sessioni. La persona che vuole smettere di fumare è sostenuta dalle parole persuasive e evocative della/del terapeuta. Scaverai nel tuo inconscio per trovare nuove risorse. Sceglierai le soluzioni al problema che intendi risolvere. Otterrai una trasformazione interiore positiva. L’ipnosi è praticata soprattutto nel quadro di sessioni individuali.

Efficacia dell’ipnosi per smettere di fumare

L’ipnosi sembra condurre a buoni tassi di astinenza, come emerge da molti studi, che tuttavia non sono né controllati né randomizzati. In pratica, è difficile provare e isolare l’efficacia dell’ipnosi in un processo di disintossicazione dalla nicotina. Non solo esistono molti modi diversi di praticarla, ma sovente è combinata con altri tipi di intervento.

Secondo una rivista Cochrane del 2019, in termini di astinenza dopo sei mesi l’ipnosi dà risultati simili a quelli ottenuti con terapie comportamentali o con l’aiuto di una farmacoterapia. La meta-analisi, tuttavia, mette in luce una significativa eterogeneità tra i risultati dei diversi studi presi in considerazione, con risultati contrastanti per quanto riguarda l’efficacia dell’ipnosi rispetto a tre altre possibilità (nessun trattamento / consulenza / terapia) (1) (2). Gli studi si sono chinati su ipnoterapie di vari tipi e intensità e le hanno confrontate con diversi parametri di riferimento. La meta-analisi non ha permesso di isolare l’efficacia dell’ipnosi per smettere di fumare o la sua superiorità rispetto ad altri metodi di disintossicazione. Può darsi che l’ipnoterapia sia efficace quanto la consulenza (incontro e discussione con una/un operatrice/tore sanitaria/o), ma le prove non sono sufficienti per raggiungere una certezza.

Uno studio precedente, pubblicato nel 2013 (3), non era riuscito a dimostrare l’efficacia o la superiorità dell’ipnosi rispetto ad altri metodi di disintossicazione. Tuttavia, sei mesi dopo l’intervento i tassi di astinenza si situano tra il 15 e il 18% e sono quindi significativamente più alti di quelli registrati dalle persone che smettono di fumare senza alcun aiuto (7% circa). Ciò dimostra, secondo le autrici e gli autori dello studio, che il contatto con una/un terapeuta e/o il training mentale è stato efficace. Essi rintengono tuttavia che questo tasso più elevato potrebbe anche essere dovuto a un bias di conformità («effetto di gruppo») o a una maggiore motivazione iniziale delle/dei partecipanti. È interessante notare che due settimane dopo l’intervento, i sintomi di astinenza erano significativamente più bassi nel gruppo trattato mediante ipnosi rispetto al gruppo trattato mediante tecniche di rilassamento.

Da uno studio randomizzato (2008) è emerso che 12 mesi dopo l’intervento il 20% delle persone sottoposte a sessioni di ipnosi in combinazione con l’applicazione di cerotti alla nicotina aveva raggiunto l’astinenza (4).

Sarebbe interessante se ulteriori studi randomizzati e controllati fornissero maggiori informazioni sull’efficacia dell’ipnosi negli approcci combinati e giungessero a conclusioni affidabili sul tipo di fumatrice o di fumatore al quale l’ipnosi potrebbe essere utile.

Riferimenti

  1. Barnes  J, McRobbie  H, Dong  CY, Walker  N, Hartmann‐Boyce  J. Hypnotherapy for smoking cessation. Cochrane Database of Systematic Reviews 2019, Issue 6. Art. No.: CD001008. DOI: 10.1002/14651858.CD001008.pub3
  2. Jo Barnes , Christine Y Dong , Hayden McRobbie , Natalie Walker , Monaz Mehta and Lindsay F Stead , Hypnotherapy for smoking cessation, NsReview,  Online Publication Date: October 2010
  3. Maria Dickson-Spillmann, Severin Haug and Michael P Schaub,  Group hypnosis vs. relaxation for smoking cessation in adults: a cluster-randomised controlled trial, Article publié dans BMC Public Health 2013, 13:1227
  4. Carmody TP, et al Hypnosis for smoking cessation: a randomized trial.Nicotine Tob Res. 2008 May;10(5):811-8. doi: 10.1080/14622200802023833 .