Consumo di snus e rischi durante la gravidanza

Prenatal,Ultrasound,Screening.,Cropped,Close,Up,Shot,Of,Young,Pregnant

Consumare snus durante la gravidanza comporta rischi per la salute analoghi a quelli del fumo, tanto per la madre quanto per il bambino.

Nascita prematura e natimortalità

Una revisione della bibliografia sull’argomento (2019) ha messo in luce i numerosi e gravi effetti nocivi che il consumo di snus ha durante la gravidanza (1), quali un aumento del rischio di parto pretermine, soprattutto prima della 32a settimana, e di morte in utero.

Il rischio di parto prematuro è significativamente maggiore tra le consumatrici di snus e le fumatrici rispetto alle donne che non hanno mai consumato tabacco.

Peso alla nascita più basso, ma non solo…

Il peso alla nascita è più basso, in una misura analoga a quella constatata nei figli di donne che hanno fumato durante la gravidanza.

Rispetto al peso alla nascita dei figli di donne che hanno smesso completamente di fumare, quello dei figli di donne che hanno fumato meno di 5 sigarette al giorno è, pur tenendo conto di altri fattori (ad es. l’età gestazionale, il sesso del neonato, gli antecedenti di ritardo nella crescita intrauterina o il peso della madre prima della gravidanza), inferiore di 228 g. Se la madre ha fumato tra le 5 e le 9 sigarette, il peso alla nascita è inferiore di 251 g. Da 10 sigarette in poi, la differenza è di 262 g. (5)

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il rischio di preeclampsia (un disturbo legato alla gravidanza che provoca crisi epilettiche) è più alto tra le consumatrici di snus che tra le fumatrici. (2 e 4)

Altri studi hanno messo in evidenza un aumento del rischio di apnea neonatale di breve durata (il neonato smette di respirare) e deformità della rima buccale (labbro superiore), come pure un’alterazione della variabilità del ritmo cardiaco simile a quella constatata nei neonati esposti alla sigaretta durante la gravidanza.

Il consumo di nicotina durante la gravidanza ha conseguenze sullo sviluppo fisico e neurologico del feto. (3)

Come il tabacco fumato, anche quello non fumato ha effetti deleteri sulla riproduzione.

Smettere di consumare durante la gravidanza è difficile

Uno studio norvegese svolto tra 2012 e 2017, concernente 20’844 donne, è giunto alla conclusione che il 25% delle consumatrici di snus e il 40% delle fumatrici hanno continuato a consumare fino al terzo trimestre. Queste cifre sono troppo alte.

Alle donne incinte andrebbe sistematicamente consigliata un’astinenza completa dalla nicotina, sotto qualsiasi forma. Le donne che consumano nicotina dovrebbero essere seguite con una terapia appropriata che miri a una disintossicazione completa, se possibile prima dell’inizio della gravidanza.

Riferimenti
  1. Kreyberg I, Nordhagen LS, Bains KES, Alexander J, Becher R, Carlsen K-H, et al. An update on prevalence and risk of snus and nicotine replacement therapy during pregnancy and breastfeeding. Acta Paediatrica 2019 ;108: 1215–21.
  2. Wickström R. Effects of nicotine during pregnancy: human and experimental evidence. Current Neuropharmacology 2007;5: 213–22.
  3. England LJ, Levine RJ, Mills JL, Klebanoff MA, Yu KF, Cnattingius S. Adverse pregnancy outcomes in snuff users. Am J Obstet Gynecol. 2003 Oct;189(4):939-43.
  4. Wikström AK, Stephansson O, Cnattingius S. Tobacco use during pregnancy and preeclampsia risk: effects of cigarette smoking and snuff. Hypertension 2010;55:1254—9.
  5. Berlin, I., Golmard, J. L., Jacob, N., Tanguy, M. L., & Heishman, S. J. (2017). Cigarette Smoking During Pregnancy: Do Complete Abstinence and Low Level Cigarette Smoking Have Similar Impact on Birth Weight?. Nicotine & tobacco research : official journal of the Society for Research on Nicotine and Tobacco19(5), 518–524. https://doi.org/10.1093/ntr/ntx033
  6. Rygh, E., Gallefoss, F. & Grøtvedt, L. Trends in maternal use of snus and smoking tobacco in pregnancy. A register study in southern Norway. BMC Pregnancy Childbirth19, 500 (2019). https://doi.org/10.1186/s12884-019-2624-9