Tabacco orale non fumato: una cattiva alternativa alla sigaretta

The,Choice,Of,Nicotine,Between,Snus,And,Cigarettes

Differenze culturali

Poiché il tabacco non fumato è meno nocivo di quello fumato, si tende a credere che sia un’alternativa meno dannosa. Malgrado studi svedesi abbiano dimostrato che i prodotti di tabacco non fumato quali lo snus possano favorire, a breve termine, la disintossicazione dal tabacco fumato (1) (2), la situazione in Svizzera sembra ben diversa… I risultati di questi studi, infatti, non sono generalizzabili, poiché in Svezia il consumo di tabacco non fumato è una tradizione.

Secondo uno studio statunitense, i dati raccolti oltreoceano non permettono di giungere alle stesse conclusioni di quelli raccolti in Svezia. (3)

In Svizzera, uno studio condotto su 5’000 reclute dell’esercito (età media: 20 anni) ha rilevato che questa forma di consumo relativamente recente spinge i giovani a fumare più sigarette convenzionali e a combinare i due prodotti. (4)

Questo fenomeno è probabilmente dovuto al fatto che il tabacco per uso orale presenta un tasso di nicotina elevato e rende fortemente dipendenti.

Prodotti che rendono fortemente dipendenti

Passare dalle sigarette al tabacco per uso orale non riduce il rischio cardiovascolare, poiché è dimostrato che chi consuma snus continua a fumare…! Secondo uno studio realizzato in Norvegia, il 62.4% delle persone che ricorrono allo snus per cercare di non fumare più consuma questo prodotto quotidianamente (43.8%) o occasionalmente (18.6%), nonostante i tentativi di smettere. Per gli autori di questo studio non vi sono prove che il passaggio dalle sigarette allo snus diminuisca il rischio di ricominciare a fumare. (5)

Un altro studio mostra che utilizzare il tabacco non fumato quale sostituto delle sigarette può anche spingere al consumo parallelo dei due prodotti. (6)

Raccomandazioni

Poiché il tabacco non fumato induce una forte dipendenza dalla nicotina ed è nocivo alla salute si consiglia di rinunciarvi. Allo stato attuale delle conoscenze, non è raccomandato ricorrere al tabacco per uso orale quale ausilio per smettere di fumare. Il suo consumo comporta il rischio dimostrato di ricadere nel tabagismo. Per smettere di fumare, una terapia con sostituti nicotinici o con farmaci è molto più efficace e sicura.

Smettere è difficile

Smettere di consumare tabacco non fumato è difficile perché questo tipo di prodotto induce una forte dipendenza. I farmaci che aiutano a smettere di fumare permettono di ridurre i sintomi di astinenza, ma nessuna terapia con sostituti nicotinici si è dimostrata efficace una volta trascorsi sei mesi! Smettere di consumare tabacco non fumato è quindi particolarmente difficile e richiede un aiuto appropriato, ragione per la quale si consiglia di rivolgersi a una/o specialista. Ma tutto sommato… sarebbe meglio non iniziare nemmeno.

Riferimenti
  1. Furberg, H. et al., 2006. Cigarettes and oral snuff use in Sweden: prevalence and transitions. Addiction 101, 1509–1515.
  2. Gilljam, H., Galanti, M.R., 2003. Role of snus (oral moist snuff) in smoking cessation and smoking reduction in Sweden. Addiction 98, 1183–1189
  3. SH Zhu, JB Wang, A Hartman, Y Zhuang Quitting cigarettes completely or switching to smokeless tobacco: do US data replicate the Swedish results? – Tobacco …, 2009 – tobaccocontrol.bmj.com 
  4. Gmel G, Clair C, Rougemont-Bücking A, Grazioli VS, Daeppen J-B, Mohler-Kuo M, et al. Snus and Snuff Use in Switzerland Among Young Men: Are There Beneficial Effects on Smoking? Nicotine & tobacco research : official journal of the Society for Research on Nicotine and Tobacco 2018;20: 1301–9.
  5. Lund KE, Mc Neill A, Scheffels J. The use of snus for quitting smoking compared with medicinal products. Nicotine Tob Res 2010;12:817—22.
  6. MR Piano, NL Benowitz, GA FitzGerald, S Corbridge… Impact of smokeless tobacco products on cardiovascular disease: implications for policy, prevention, and treatment- Circulation, 2010 – Am Heart Assoc

Ultima modifica: