Mozziconi di sigaretta e inquinamento

paho-main-campaign-poster-english-web

Il ciclo di produzione del tabacco (coltivazione, trattamento, lavorazione, consumo e smaltimento) è all’origine di un enorme disastro ecologico. La popolazione e gli esperti non sono sufficientemente informati e consapevoli delle conseguenze ambientali che comporta il consumo di tabacco e di nicotina.

Lottare contro il tabagismo significa anche proteggere il clima – e viceversa.

3,7 litri d’acqua per produrre una sola sigaretta!

La lavorazione del tabacco richiede acqua e energia, soprattutto per azionare i macchinari. Per produrre la carta e i filtri di sigaretta occorrono altre sostanze – e ancora altra energia. I filtri sono a base di acetato di cellulosa, una materia plastica, e le fumatrici e i fumatori di tutto il pianeta ne gettano a terra, così a casaccio, una quantità astronomica (parliamo di miliardi). Dove finisce tutta questa plastica? Semplice: nel mare.

La fabbricazione di una sola sigaretta libera 14 g di CO2.

Ciò è dovuto all’elevato consumo di energia, soprattutto per trasportare le foglie di tabacco verso gli impianti di lavorazione. Sovente il tabacco è coltivato in paesi lontani da quelli in cui viene trasformato e da quelli in cui le sigarette vengono poi vendute. Con tutti i trasporti che questo comporta.

Ogni anno, la lavorazione del tabacco genera 2 milioni di tonnellate di rifiuti solidi: 300’000 di queste sono contaminate da nicotina e circa 200’000 sono rifiuti chimici.

Le multinazionali del tabacco Philip Morris, British American Tobacco e Japan Tobacco, che producono in Svizzera, esportano quasi il 75% delle loro sigarette all’estero, in gran parte nei paesi del Medio Oriente e dell’Africa – un’assurdità ecologica!

L’industria del tabacco dà la colpa alle fumatrici e ai fumatori. E tu che ne pensi?

La produzione di tabacco emette quasi 84 milioni di tonnellate di CO2 equivalenti ogni anno: secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), questa quantità corrisponde al lancio di 280’000 missili nello spazio. (10) Il fumo di tabacco contribuisce anche ad aggravare l’inquinamento atmosferico e contiene tre tipi di gas serra: anidride carbonica, metano e ossidi di azoto, che contaminano l’aria sia nei luoghi chiusi sia all’aperto.

Bibliografia

Ultima modifica: