Domande frequenti : sostituti della nicotina (sostituti nicotinici)

Cerotti alla nicotina

I. Domanda : non tocco una sigaretta da 18 giorni e uso dei cerotti Nicorette da 15 mg che tengo dalle 7 alle 18. Ho dimenticato di metterne uno ieri mattina. Non ho avuto problemi per tutta la giornata, ho anche passato la serata con degli amici che fumano come turchi senza che mi venisse alcun desiderio di fumare, anzi rientrando a casa ho provato disgusto per l’odore dei vestiti. Ma ecco che, benché fossi stanca, mi è stato impossibile addormentarmi. Il cuore mi batteva forte (non veloce, ma forte) e risuonava nel materasso. Quando cominciavo ad addormentarmi  mi risvegliavo di nuovo all’improvviso, come se fossi in pieno giorno. Questo vuol dire che non posso fare a meno dei sostituti nicotinici? Pensavo di poter smettere presto con i cerotti. Dal mio punto di vista non sarò più fumatrice quando non ci sarà più niente a sostituire la sigaretta.

Risposta : Lei ha fatto un overdose di fumo! Tutto qui. L’organismo si dà sempre da fare per ottenere la sua dose di nicotina. Niente cerotto, ma fumo a gogo: perché rinunciare? Sniffiamo ! Ecco cosa si è detto il suo cervello quella sera. I sintomi che ha descritto – palpitazioni, insonnia – sono quelli del sovradosaggio di nicotina. Non mi sarei stupito se mi avesse anche parlato di nausea e mal di testa. Non smetta subito con i cerotti. Ne faccia un uso progressivamente ridotto passando da 10 a 5 mg. Scelga la durata di ogni tappa. Smettere troppo presto rischia di farla ricadere nella dipendenza. Gli studi mostrano che la durata ottimale del trattamento è di 3 mesi. Ma in genere due mesi sono sufficienti. Dipende dal vostro stato d’animo e dai vostri desideri. Quando va a fare le serate tenga il cerotto. Penso che Lei avrà sintomi più leggeri, ma rischia ugualmente di averne. L’ideale sarebbe di suggerire ai suoi amici di fumare fuori, non fosse che nei pressi della finestra.

II. Domanda: Ho deciso di smettere di fumare, ma non sono sicura di avere voglia di mettere dei cerotti. Sono realmente efficaci? Non sarebbe un peccato cominciare con dei prodotti del genere allorché il moi corpo si é disintossicato dalla nicotina? Sono forse d’aiuto nel limitare l’aumento del peso?

Risposta: I cerotti raddoppiano le sue possibilità di riuscire a smettere di fumare e le evitano di soffrire dei disturbi causati dalla mancanza di nicotina. Non forniscono che il 60% della nicotina che Lei assorbe dalla sigaretta, e soprattutto non rilasciano monossido di carbonio, gas irritanti, catrame ecc. Gli altri sostituti nicotinici sono ugualmente efficaci: inalatori, spray nasali etc.

III. Domanda: I cerotti hanno effetti secondari? Ho cominciato questo trattamento da tre giorni e non mi sento affatto bene al mattino (sensazione di malessere, stanchezza) e non riesco proprio a dormire bene la notte (mi sveglio molte volte). Si tratta forse di un problema di dosaggio del cerotto?

Risposta: Gli effetti secondari del cerotto sono descritti nel foglietto introduttivo. L’insonnia può essere provocata dal cerotto se lo porta dormendo (cerotto Nicotinell 24 ore). Ma l’insonnia è un disturbo che può essere provocato anche dalla mancanza di nicotina, cosa che indica che la dose di nicotina che Lei prende è insufficiente. In tal caso, bisognerebbe aumentare la dose del cerotto, e non interrompere il trattamento. Come gli altri disturbi provocati dalla mancanza di nicotina, l’insonnia dovrebbe passare con il tempo.

Gomme da masticare alla nicotina

Domanda: Prendo delle gomme alla nicotina, ma ho paura di non poterne più fare a meno. C’è la possibilità che io diventi dipendente?

Risposta: Non bisogna sovrastimare il rischio di dipendenza dalle gomme alla nicotina. Fra le persone che hanno smesso di fumare utilizzando le gomme, solo il 16% le usa ancora un anno dopo, di cui il 6% utilizza una gomma placebo (senza nicotina). Dunque solo il 10% continua ad aver bisogno di nicotina. Questo non significa che ne sono dipendenti. Può darsi che queste persone abbiano bisogno di nicotina per evitare di ricominciare a fumare. Il rischio che deve considerare è quello della ricaduta. Anche fra le persone che hanno smesso di fumare da un mese, la metà circa ricomincerà a fumare dopo un anno. Il mio consiglio è che si continuino  ad usare le gomme per tre mesi da quando si smette di fumare.

Informazioni generali sui sostituti nicotinici

I. Domanda: Corro il rischio di diventare dipendente dai sostituti nicotinici?

Risposta: La nicotina non provoca sempre una dipendenza. La nicotina nel fumo di sigaretta provoca una dipendenza perché raggiunge il cervello molto rapidamente (in 7 secondi circa). Diversamente, la nicotina rilasciata dal cerotto penetra lentamente attraverso la pelle. In questo modo non dà “il piacere’’ che possono provare i fumatori dopo una sigaretta. Dunque la nicotina rilasciata dai cerotti non genera dipendenza, diversamente dalla nicotina delle sigarette. La nicotina rilasciata dalle gomme e l’inalatore penetra lentamente attraverso la bocca. Non ci sono prove scientifiche che dimostrino che le gomme e l’inalatore provochino dipendenza. La nicotina rilasciata dallo spray nasale arriva più rapidamente al cervello che quella rilasciata dalle gomme e dall’inalatore, ma molto più lentamente che quella rilasciata dalla sigaretta. Il rischio di diventare dipendente dallo spray nasale alla nicotina è basso.

II. Domanda : Ho smesso di fumare da 11 mesi e mezzo. Fumavo da 50 a 80 sigarette al giorno da secoli. Mastico da 2 a 5 gomme alla nicotina da 4mg  al giorno, ma solo durante il lavoro. Durante i miei giorni tre giorni di riposo (lavoro all’80%) prendo raramente delle gomme.

1. Sono dipendente?

2. È desiderabile fare uno sforzo per smettere con le gomme da masticare alla nicotina?

3. Quali sono gli effetti della nicotina pura?

Risposta :
1.Non si parla di dipendenza dai sostituti nicotinici prima di un anno di utilizzo (ma ci siamo quasi !) e la nozione di dipendenza richiede la presenza di almeno 3 criteri su 7 sui quali non ho abbastanza elementi nel suo caso. Tuttavia il fatto che Lei riesca a stare 3 giorni su 7 senza indica che se c’é una dipendenza, nel suo caso è verosimilmente più psicologica che fisica.
2. Idealmente, vale la pena di provare a smettere progressivamente con le gomme alla nicotina abbassando il consumo da una settimana all’altra in modo da ridurre gli eventuali effetti secondari (dolore alla mascella, bruciori, nausee) e i costi. Non ci sono effetti secondari seri legati all’uso a lungo termine delle gomme. La cosa più importante é non ricominciare con le sigarette.  .
3. La nicotina, quando viene fumata, ha come effetto principale quello di rendere dipendenti a causa dei suoi effetti positivi sulla psiche : piacere, stimolazione dell’umore, aumento della capacità di concentrazione e dell’attenzione, riduzione dell’ansietà. Non gioca un ruolo diretto nell’ingenerare le malattie legate al tabacco che sono dovute a molte delle 4000 sostanze presenti nel tabacco fumato.

III. Domanda: Ho avuto un infarto qualche mese fa e devo imperativamente smettere completamente di fumare. Posso usare i sostituti nicotinici ?

Risposta : Avendo avuto un infarto, è chiaro che per Lei e la sua salute smettere di fumare non può essere che benefico. La mia prima raccomandazione è quella di trovarsi un medico professionista che la possa aiutare in questo percorso. Può trattarsi del suo medico curante o di un medico specializzato che può generalmente trovare nei grandi ospedali (lo HUG a Ginevra ad esempio). In seguito farà un piano per smettere completamente che deve essere ben pianificato perché le riduzioni progressive hanno raramente successo.

Infine Le raccomando un trattamento con farmaci, sia sotto forma di sostituti nicotinici, sia lo Zyban, o eventualmente questi due trattamenti insieme, che raddoppiano le vostre possibilità di successo. È certamente possibile, anche dopo un infarto, assumere sostituti nicotinici. Le reticenze a prescrivere sostituti nicotinici ai pazienti che soffrono di problemi cardiaci sono sorpassate. Oggi si sa bene che questi prodotti non sono pericolosi perché la nicotina rende dipendenti ma non provoca malattie, in particolare quelle cardiache. Inoltre le dosi sono più deboli di quelle fornite dalla sigaretta, che apporta inoltre qualcosa come 4000 altre sostanze tossiche, una parte delle quali provoca malattie. Conseguentemente Lei può usare i sostituti nicotinici, anche combinandoli se necessario, ma la scelta dovrà essere fatta insieme alla persona che La seguirà. Infine bisognerà preparare delle strategie per prevenire la ricaduta e per restare ex-fumatore a lungo termine.

IV. Domanda : Nella prospettiva di smettere completamente, è possibile usare un inalatore e fumare qualche sigaretta durante il giorno (3 all’incirca) ? È pericoloso?

Risposta : Ancora una volta il pericolo non sta nella nicotina o nei sostituti nicotinici ma nel fumo del tabacco che contiene oltre 4000 sostanze di cui molte sono nocive! Il miglior metodo per smettere di fumare non consiste nel ridurre progressivamente il consumo, ma nello smettere completamente. Tuttavia alcuni preferiscono ridurre fino ad una certa soglia al di sotto della quale è difficile scendere: a quel punto è necessario smettere completamente. Quando si arriva a 3 sigarette al giorno, si è pronti per smettere e fare una volta per tutte il lutto finale della sigaretta. La fine non arriverà magicamente, ma solo se lo si decide. Ciò  che è pericoloso è continuare a fumare in quantità minore perché se non si prende alcuna decisione di smettere, progressivamente si riprende il consumo di prima. In effetti la stragrande maggioranza dei fumatori non riesce a conservare a lungo termine una riduzione significativa. Per aiutarsi a realizzare questa riduzione è possibile utilizzare un sostituto della nicotina, come l’inalatore, che permette di limitare il numero di sigarette senza pericolo perché non apporta altro che la nicotina. Allo stesso modo l’inalatore si rivelerà molto utile per sedare i sintomi dell’astinenza dal tabacco. Bisogna utilizzarlo per un periodo di 2 o 3 mesi, cominciando a diminuire il numero delle cartucce a partire dal secondo mese.

  • icon Linea stop tabacco
  • icon SafeZone.ch
       

Linea stop tabacco 0848 000 181 (solo svizzero)

Più della metà di tutti i coloro che fumano vuole smettere di fumare. Spesso però non sa come intraprendere questo percorso nel modo migliore. La Linea stop tabacco è un servizio di consulenza telefonica che, in modo semplice, è di aiuto nella disassuefazione dal tabagismo.

I consulenti della Linea stop tabacco sono professionisti su come prepararsi nel modo migliore per smettere di fumare e come scegliere il metodo adatto. Sono già stati di aiuto a migliaia di fumatrici e fumatori.

La linea Stop tabacco offre informazioni e colloqui di consulenza esaurienti in diverse lingue.

 

 

   

SafeZone.ch

SafeZone.ch è un portale web per la consulenza online sulle dipendenze per persone con problemi di dipendenza o consumo problematico, per le persone loro vicine, per professionisti e per tutti gli interessati. Le offerte di consulenza di SafeZone.ch sono gratuite e anonime. SafeZone.ch è una prestazione dell’UFSP in collaborazione con Cantoni, servizi specializzati nelle dipendenze e altri partner.

 
bandeau bottom
 

Documenti informativi

brochures

Brochures - Immagini - Adesivi

 

www.stop-alcool.ch

https://www.stop-cannabis.ch

logo