ic launcheric launcheric launcheric launcheric launcher

Logo Stop-tabacco

Aiuto e consigli per smettere di fumare

ic launcheric launcheric launcheric launcher

logo tabacco 2019

Aiuto e consigli per smettere di fumare

Fumare durante la gravidanza : quali sono i rischi per il nascituro?

Quasi tutte le mamme e future mamme lo sanno : fumare durante la gravidanza  è molto nocivo per il nascituro. In quest’articolo potete trovare una rapida sintesi di tutto quello che si sa sui danni provocati dal tabacco e sui modi per evitarli.

Un buon momento per smettere ?

I dati che risultano dal monitoraggio sul tabacco in Svizzera rivelano che il numero delle donne incinta che fumano è tutt’altro che irrilevante ! Fra il 2001 ed il 2005, il 13% delle donne incinta dichiaravano di continuare a fumare, come del resto il 22% delle madri di bambini in tenera età (da 0 a 3 anni). Tuttavia, molte fumatrici considerano la propria gravidanza come un’opportunità per smettere o diminuire il proprio consumo di sigarette :  

  • Il 25 % delle donne incinta si presentano come ex fumatrici, cosi come il 19% delle madri di bambini in tenera età.  
  • Il 90% delle fumatrici hanno dichiarato di aver ridotto il proprio consumo di tabacco dopo l’inizio della gravidanza e anche nei primi anni dopo il parto.  
  • Il 60% delle ex fumatrici ha dichiarato di aver smesso a causa della gravidanza, per proteggere il proprio bambino.

La decisione di smettere di fumare in questo caso è davvero eccellente ! Da un lato perché in questo modo la futura madre prende una risoluzione positiva per la propria salute, grazie alla quale potrà occuparsi al meglio del suo bambino negli anni a venire, ma anche e soprattutto perché con questa decisione la madre previene un grande fattore di rischio rispetto alle complicanze alla gravidanza che potrebbero intervenire.

Trasmissione "Court du jour" (Radio Televisione Svizzera)

Prevedere un concepimento  

Le sostanze tossiche contenute nel tabacco vanno a danneggiare il DNA delle cellule umane : in questo modo fumare  sigarette comporta un abbassamento della fertilità a causa di un’alterazione della produzione di spermatozoi negli uomini, e di una diminuzione del numero di ovociti per ovaio nelle donne. Alcuni studi epidemiologici hanno messo in evidenza che il tabagismo ritarda in media di due mesi i tempi del concepimento e che quest’effetto è direttamente legato al numero di sigarette fumate dalle persone intervistate (Zenzes, 2000). Una meta-analisi di studi ha inoltre rivelato che il tabagismo aumenterebbe di circa il 60% il rischio di infertilità nelle donne (Augood e altri, 1998).

Fortunatamente, questo effetto nefasto sulla fertilità sembra reversibile : con il tempo, gli ex fumatori raggiungono nuovamente il tasso di fertilità delle persone che non hanno mai fumato (Augood e altri, 1998).
Smettere di fumare aumenta considerevolmente la fecondità e la fertilità.

La nocività per il feto  

Se la futura madre fuma, molte complicazioni possono intervenire durante la gravidanza. Tali effetti sono dovuti principalmente alle proprietà cancerogene e mutagene delle sostanze tossiche contenute nel tabacco (metalli pesanti, nitrosamine etc.). Inoltre, il monossido di carbonio (CO), un gas tossico prodotto dalla combustione e che si trova anche nella composizione dell’inquinamento delle nostre città, penetra nell'organismo della madre e va a fissarsi al posto dell’ossigeno sui suoi globuli rossi, provocando in questo modo un deficit cronico di ’ossigeno (ipossemia). Bisogna tenere presente che la concentrazione di CO è ancora più intensa per il feto che per la madre, con tassi dal 2 al 2,4% più elevati.

In questo modo, il tabacco risulta estremamente nocivo per il neonato e per la donna incinta. Il peso alla nascita dei bambini la cui madre fuma è inferiore a quello dei bambini di donne non fumatrici. Ora, un peso ridotto alla nascita rappresenta un rischio importante per il neonato. Le donne che smettono di fumare prima della gravidanza o durante il primo trimestre possono ridurre il rischio di avere un bambino con un’insufficienza ponderale alla nascita, come se fossero non fumatrici.  

Per altro, il tabagismo durante la gravidanza è responsabile di una serie di problemi, e più si fuma, più questi problemi sono frequenti. Eccoli di seguito elencati :

  • Gravidanze extra-uterine
  • Aborti spontanei
  • Sanguinamento vaginale
  • Cattivo posizionamento della placenta, scollamento prematuro della placenta, ematomi retroplacentari
  • Rottura prematura delle acque e parto prematuro
  • Ritardo della crescita nell’utero con un peso inferiore del neonato alla nascita (i bambini nati da donne fumatrici)
  • Aumento delle complicazioni per la madre e per il neonato al momento del parto.
  • Aumento del rischio della Sindrome della morte improvvisa del lattante (triplicata)
  • Diminuzione della produzione del latte materno e penetrazione della nicotina nel latte materno

Il tasso globale di malformazioni fra i bambini di donne che fumano durante la gravidanza non sembra differire da quello della popolazione generale.

Tuttavia,  alcune malformazioni specifiche  sono significativamente più ricorrenti fra i bambini delle donne che fumano durante la gravidanza : in particolare fessure facciali, gastroschisi,e craniostenosi

Dopo la nascita, il rischio continua

Le conseguenze del tabagismo durante la gravidanza continuano anche dopo un parto normale.  

  • La nicotina attraversa la placenta e passa allo stesso modo nel latte materno, agendo cosi sul sistema nervoso del feto e del lattante.
  • I bambini di un fumatore corrono un rischio due volte maggiore di diventare loro stessi fumatori, rispetto ai figli dei non fumatori.
  • I bambini dei fumatori hanno più spesso problemi respiratori (in particolare asma e infezioni respiratorie) rispetto ai bambini di genitori non fumatori.
  • Il rischio di morte improvvisa è più alto nei lattanti di genitori fumatori.  
  • Smettendo di fumare, aggiungerete certamente diversi anni alla vostra speranza di vita e aumenterete le vostre possibilità di veder crescere i vostri nipotini.

Alcune di queste complicazioni possono presentarsi anche se siete riuscite a non fumare durante la gravidanza e nei primi mesi di vita del neonato. Il fumo passivo può sempre aggravare problemi di asma o di allergia e inoltre, dal momento che il bambino vi prende come modello, se non avete smesso di fumare durante la sua infanzia,  sarà più facile che vostro figlio cominci a fumare durante l’adolescenza.

Smettere di fumare durante la gravidanza: a quali aiuti si può ricorrere ?  

Smettere di fumare prima della gravidanza è il miglior modo per favorire il concepimento e per proteggere la salute del nascituro. Tutti gli aiuti a smettere possono allora essere utilizzati. Potete andare alle sezioni Astuzie per smettere e Farmaci  per scoprire alcuni metodi che hanno dato risultati. Anche ricorrere ad un sostegno psicologico è un metodo molto efficace ! Parlatene alle persone che vi sono vicine, o consultate un tabaccologo vicino a casa vostra. Nel forum potrete trovare altri utenti, o professionisti che sapranno ascoltarvi e guidarvi.

Anche se siete già incinta, potete ugualmente ricorrere alla maggior parte dei medicinali d’aiuto. Banchè se i trattamenti a base di sostituti nicotinici siano controversi in questi casi, a volte possono essere utilizzati durante la gravidanza. La nicotina è certamente nociva per il feto, ma se il trattamento sostitutivo permette di supplire ad un consumo intensivo di sigarette, i benefici possono essere enormi, in particolare rispetto al tasso di ossigeno di cui il nascituro può disporre. Un sostituto nicotinico resta infatti meno nocivo di una sigaretta, perché rilascia solo nicotina e non migliaia di altre sostanze tossiche, fra cui il monossido di carbonio, gas pericoloso derivato dalla combustione. Ad ogni modo, si tratta di una valutazione « costi-benefici » -  benefici certi e rischi potenziali - che potrete valutare con il vostro ginecologo ostetrico e con il vostro tabaccologo.

Potete sempre ricorrere a tutti gli altri metodi e alle terapie cognitivo-comportamentali - libri e brochures di "auto-aiuto", consultazioni o sostegno su Internet.

Riferimenti

  • Augood C, Duckitt K, Templeton AA. (1998). Smoking and female infertility: a systematic review and meta-analysis.
    Hum Reprod,13(6),1532-9.
  • Keller R., Radtke T., Füllemann D., Krebs H., Hornung R. (2009). Tabagisme et grossesse: monitorage sur le tabac - Enquête suisse sur le tabagisme. Enquête mandatée par l'Office fédéral de la santé publique (OFSP), financé par le Fonds de prévention du tabagisme.
  • Murin S., Rafii R., Bilello K. (2011). Smocking and smocking cessation in pregnancy. Clinics in Chest Medicine, 32(1), 75-91.
  • Zenzes MT. (2000). Smoking and reproduction: gene damage to human gametes and embryos. Hum Reprod
    Update, 6(2),122-31.

Per saperne di più

Domande /risposte sul tema « gravidanza e tabagismo »

(Risposte del Dottor Jean-Paul Humair, medico tabaccologo agli ospedali universitari di Ginevra)  

Domanda: Sono incinta, ma non ho davvero voglia di smettere fumare, perché mi piace. È molto grave?  
Risposta: Il tabagismo comporta rischi molto gravi per il suo bambino. È meglio che smetta di fumare adesso (Guardi nel sito la nostra brochure per le donne). 

Domanda: Sono incinta di un mese e vorrei smettere di fumare. Cosa posso utilizzare come aiuto farmacologico: cerotti, Zyban, ecc.? Premesso che, in occasione del mio primo bambino, non sono riuscita a smettere, né durante la gravidanza né durante l'allattamento.


Risposta :

  1. Zyban e gravidanza: Come per molti farmaci, ci sono pochi dati sugli effetti dello Zyban durante la gravidanza nell'essere umano. Non ci sono effetti tossici conosciuti dello Zyban sullo sviluppo del bambino durante la gravidanza, e non si conoscono casi di malformazione. Anche se si sconsiglia l’uso durante la gravidanza, è tuttavia possibile la somministrazione di questo farmaco durante tale periodo. ne parli con il suo ginecologo e cercate di trovare insieme la soluzione migliore. Bisogna considerare la tossicità del tabacco durante la gravidanza, che è ben dimostrata, visto che il fumo aumenta il rischio di interruzioni di gravidanza e di parti prematuri. Se ha in programma una gravidanza, deve contare una settimana circa dall’interruzione del trattamento perchè il corpo elimini lo Zyban. Siccome il principio attivo dello Zyban passa nel latte materno, se ne sconsiglia la somministrazione durante l'allattamento.
  2. Sostituti nicotinici e gravidanza: I sostituti nicotinici possono essere utilizzati da una donna che non riesce a smettere di fumare senza aiuto farmacologico. In questo caso è preferibile l'uso di sostituti a breve durata d'azione (qualunque sostituto o cerotto a corta durata). Non esistono evidenze scientifiche che dimostrino che la nicotina è nociva per il feto ed i sostituti nicotinici non forniscono che il 50-60% della nicotina assorbita fumando.
    Al contrario, il tabacco è senza alcun dubbio tossico per il feto, non a causa della nicotina ma a causa delle numerose (>4000) sostanze che contiene e del monossido di carbonio che deriva dalla combustione.

Per andare oltre