Esiste un legame fra le sigarette e la depressione ? 

L'umore basso è un sintomo che si manifesta di frequente quando si smette di fumare. Ma qual’è la natura del legame fra il tabagismo e la depressione ? Quest’articolo presenta alcuni studi che hanno dimostrato che fra i fumatori, i soggetti depressivi sono in percentuale più numerosi che fra i non fumatori; tali studi cercano inoltre di mettere in luce le ragioni di questa associazione. Trovate inoltre un test per fare una valutazione del vostro umore e dei riferimenti per contattare delle associazioni che forniscono aiuto o informazioni sulla depressione.  

Morale basso o depressione ?

Il confine fra il morale basso e la depressione non è sempre chiaro. Il test a cui potete accedere cliccando qui sotto permette di fare una rapida valutazione del proprio umore.  

Test CES-D sulla depressione

Bisogno di aiuto? +41 22 305 45 45 (costo di una chiamata urbana)

Una linea telefonica di informazione, consiglio e orientamento sulla depressione risponde alle vostre domande dal lunedi al venerdi dalle 14 alle 18. 

Chi sono i destinatari?
Il servizio che risponde a questa linea telefonica si rivolge alle persone che presentano dei segni di depressione e alle persone loro vicine, ma anche a coloro che desiderano semplicemente informarsi sulla malattia. Il servizio risponde anche alle domande dei medici e dei professionisti che devono trattare persone fragili che fronteggiano una depressione. 

L’Associazione ginevrina contro la depressione risponde ad un programma cantonale di promozione della salute e della prevenzione coordinata dal dipartimento degli affari regionali, dell’economia e della salute (DARES).

Questa associazione collabora con gli Ospedali Universitari di Ginevra (HUG) ed altre associazioni: l’associazione dei medici del catone di Ginevra (AMG), L’associazione ginevrina degli psicologi (AGPsy), l’Associazione dei farmacisti e delle farmacie di Ginevra (pharmaGenève), Dialogai, Trajectoires e Stop-suicide.

Perchè ci si deprime quando si smette di fumare?

In generale, la depressione è un sintomo frequente legato all’astinenza. La sigaretta è nota infatti per il suo effetto « antidepressore », perchè il fumo di tabacco contiene oltre alla nicotina anche degli inibitori della monoaminossidasi. Queste sostanze favoriscono la diffusione di messaggeri chimici – deu neuromediatori come la dopamina, la serotonina, la noradrenalina _ che giocano un ruolo determinante nel piacere e nella sensazione di benessere. Favorendo la diffusione di questi neuromediatori, il tabacco procura dunque artificialmente  una sensazione di benessere e aiuta il fuumatore a gestire meglio il proprio umore. Il fumatore ricorre a volte alla sigaretta come « antidepressivo », come conforto per « tirarsi sù ». Quando smette, è naturale che senta la mancanza di questo effetto e che percepisca una sensazione di depressione. 

Si può dunque stabilire un legame fra l’astinenza dal tabacco, ed in particolare l’astinenza dalla nicotina, e l’umore depresso. Queste sensazioni spiacevoli si attenuano in generale in un periodo variabile fra i 10 ed i 30 giorni e spariscono dopo due mesi circa. Più raramente, la depressione insorta dopo che si è smesso di fumare persiste : in questo caso è imperativo risolversi a consultare un medico.

Per altro, queste sensazioni non riguadano tutti e possono essere alleviate o addirittura neutralizzate grazie al ricorso a tecniche adeguate : trattamenti sostitutivi, tecniche comportamentali, sostengno psicologico da parte di un medico o dei famigliari, etc.

Depressi fumatori o fumatori depressi?

Oltre ai disturbi dell’umore che insorgono quando si smette di fumare, esiste un legame fra la depressione ed il tabagismo ? In generale, gli studi epidemiologici hanno mostrato che le persone che sofrrono di un disturbo psichico corrono un richio due volte superiore, rispetto alla popolazione generale, di diventare fumatori (Lasser et al., 2000). Nello specifico, alcuni studi hanno dimostrato che la depressione è più frequente fra i fumatori (McClave e altri, 2009; Fergusson e altri, 2003).

Tuttavia, bisogna soppesare bene questi risultati, alla luce del fatto che non è sempre facile stabilire la differenza fra disturbi d’ansia e disturbi dell’umore. : i fumatori sarebbero molto più numerosi fra i soggetti ansiosi, e se degli studi dovessero dimostrare che sussistono dei legami fra la depressione ed il tabagismo, sarebbe una conseguenza del fatto che la depressione è essa stessa legata a disturbi di ansietà (Mykletun e altri, 2007).

Queste ricerche non rispondono ancora alla domanda relativa al legame causale: i soggetti a tendenza depressiva sono più numerosi fra i fumatori, il che sottintende che il tabagismo favorisce l’apparizione di disturbi depressivi, o ci sono più fumatori fra i soggetti con tendenze depressive- che sottintende al contrario che la depressione potrebbe favorire il tabagismo? La domanda resta in sospeso… Senza dubbio le implicazioni sono molteplici ed abbiamo a chef are con delle relazioni complesse di influenza reciproca : un soggetto vulnerabile alla depresione lo è anche nei confronti del tabagismo e allo stesso modo tabagismoe e fenomeni di astinenza possono comportare disturbi dell’umore. Si parla a volte di un legame bidirezionale. Chaiton e altri  (2009) hanno ad esempio scoperto  mettendo a confronto 15 studi longitudinali effettuati su adolescenti fra i 13 ed i 19 anni, pubblicati da una rivista fra il 1990 ed il 2008, che i sintomi depressivi predicevano il tabagismo e vice versa. Una rivista di letteratura sceintifica di Paperwalla e collaboratori (2004) ritorna su queste domande riguardanti la bidirezionalità causale e propone di esaminare le considerazioni seguenti:

  • L'accumulo di dati scientifici ci permette di supporre che i legami fra il tabagismo e la depressione siano tanto di natura comportamentale che neurobiologica.
  • La depressione può rappresentare un fattore di vilnerabilità rispetto all’iniziazione al tabacco negli adolescenti.
  • Nel momento in cui si smette di fumare, l’atinenza può provocare sintomi depressivi, o addirittura fare insorgere une depressione, soprattutto nelle persone che hanno già avuto altri episodi depressivi.  
  • Senza una terapia adeguata, la depressione riduce le possibilità di riuscire con successo a smettere di fumare e aggrava i sintomi dell’astinenza.
  • I professionisti nel ramo della salute devono interessarsi al problema dell’insorgenza della depressione in corrispondenza alla dissuefazione dal tabacco.

I fumatori sono più numerosi fra le persone che soffrono di un disturbo psichico?

La risposta del dottor Thomas Rathelot, primario del servizio di dipendenze, agli ospedali universitari di Ginevra (HUG)

L'uso di antidepressivi quando si smette di fumare

In generale, l’uso di antidepressivi può risultare utile, all’occorrenza, per aiutare a smettere di fumare (Hughes et altri, 2007):

  1. La mancanza di nicotina può produrre disturbi depressivi o, nei casi più gravi, comportare l’insorgenza di una depressione vera e propria : il ricorso a farmaci antidepressivi può prevenire questi rischi.
  2. Le proprietà « antidepressive » della nicotina rappresentano il fattore principale che supporta la dipendenza. Dal momento che il fumatore in astinenza di nicotina si sente giù quando non fuma, ricomincia per sentirsi meglio : l’antidepressivo sostituisce quest’effetto della nicotina.  
  3. Gli antidepresivi agiscono su dei sistemi neuronali e su dei recettori di cui è stato dimostrato il legame con la dipendenza dalla nicotina.

Le ipotesi 1 e 2 non sono state verificate ; sembrerebbe, al contrario, che l’efficacia del buproprione rispetto al tabagismo sia indipendente dal suo effetto « antidepressivo ».

Spiegazioni sul Buproprione (Zyban®), un antidepressivo utilizzato nei trattamenti di dissuefazione dal tabacco

Riferimenti

Riviste e meta-analisi

  • Ameringer KJ, Leventhal AM. (2010). Applying the Tripartite Model of Anxiety and Depression to Cigarette Smoking: An Integrative Review. Nicotine Tob Res. 2010 Oct 29.
  • Chaiton, MO., Cohen, JE., O'Loughlin, J., Rehm, J. (2009). A systematic review of longitudinal studies on the association between depression and smoking in adolescents. BMC Public Health, 22 (9):356.
  • Hughes JR, Stead LF, Lancaster T. Antidepressants for smoking cessation. Cochrane Database of Systematic Reviews 2007, Issue 1. Art. No.: CD000031. DOI: 10.1002/14651858.CD000031.pub3
  • Paperwalla KN, Levin TT, Weiner J, Saravay SM. (2004). Smoking and depression. Med Clin North Am., 88(6):1483-94, x-xi.

Studi selezionati

  • Fergusson, D.M., Goodwin, R.D., Horwood, L.J. (2003). Major depression and cigarette smoking: results of a 21-year longitudinal study. Psychological Medicine, 33(8): 1357-1367.
  • Lasser, K., Boyd, J.W., Woolhandler, S., Himmelstein, D.U., McCormick, D., Bor, D.H. (2000). Smoking and mental illness: a population-based prevalence study. Jama, 284(20):2606e10.
  • McClave, A.K., Dube, S.R., Strine, T.W., Kroenke, K., Caraballo, R.S., Mokdad, A.H. (2009). Associations between smoking cessation and anxiety and depression among U.S. adults. Addict Behav., 34(6-7): 491-7.
  • Mykletuna, A., Overlanda, S., Aarøa, L.E., Liabøa, A-M., Stewartb, R. (2008). Smoking in relation to anxiety and depression: Evidence from a large population survey: The HUNT study. European Psychiatry, 23(2): 77-84.
  • Wiesbeck, G.A., Kuhl, H.-C., Yaldizli, Ö., Wurst, F.M. (2008). Tobacco Smoking and Depression – Results from the WHO/ISBRA Study. Neuropsychobiology, 57: 26-31.


Autore: Grégoire Monney

 

  • icon Linea stop tabacco
  • icon SafeZone.ch
       

Linea stop tabacco 0848 000 181 (solo svizzero)

Più della metà di tutti i coloro che fumano vuole smettere di fumare. Spesso però non sa come intraprendere questo percorso nel modo migliore. La Linea stop tabacco è un servizio di consulenza telefonica che, in modo semplice, è di aiuto nella disassuefazione dal tabagismo.

I consulenti della Linea stop tabacco sono professionisti su come prepararsi nel modo migliore per smettere di fumare e come scegliere il metodo adatto. Sono già stati di aiuto a migliaia di fumatrici e fumatori.

La linea Stop tabacco offre informazioni e colloqui di consulenza esaurienti in diverse lingue.

 

 

   

SafeZone.ch

SafeZone.ch è un portale web per la consulenza online sulle dipendenze per persone con problemi di dipendenza o consumo problematico, per le persone loro vicine, per professionisti e per tutti gli interessati. Le offerte di consulenza di SafeZone.ch sono gratuite e anonime. SafeZone.ch è una prestazione dell’UFSP in collaborazione con Cantoni, servizi specializzati nelle dipendenze e altri partner.

 
bandeau bottom
 

Documenti informativi

brochures

Brochures - Immagini - Adesivi

 

www.stop-alcool.ch

https://www.stop-cannabis.ch

logo